X
!

ATTENZIONE: Dichiarazione dei redditi - Dona il 3 per mille - regala un sorriso Clicca qui.

OBIETTIVI E PROGETTI

Home  /  OBIETTIVI E PROGETTI

OBIETTIVI E PROGETTI

 In ZAMBIA : Il Villaggio Angelo

 Il Villaggio Angelo è nato dalla collaborazione e dall’impegno della famiglia Forcellini con il gruppo di solidarietà “ Noi per Zambia “ nel 1999 in memoria di Angelo , figlio di Marino e Tosca Forcellini .E’ composto da una scuola elementare dove circa 1100 bambini ogni giorno hanno accesso ad una regolare istruzione .Inoltre sono stati realizzati nel tempo un centro nutrizionale , dove i bambini del villaggio possono ricevere gratuitamente un pasto quotidiano, un poliambulatorio , un ospedale che verrà avviato a breve e molte abitazioni per gli insegnanti e le famiglie più disagiate.

In MALAWI : le nostre scuole e i progetti di solidarietà

 Il Malawi si colloca tra i 12 paesi meno sviluppati al mondo. Il 65% della popolazione vive sotto la soglia di povertà , con meno di un dollaro al giorno. Quasi metà del bilancio nazionale è costituito dall’aiuto allo sviluppo. San Marino for the Children ha promosso  in Malawi  i seguenti progetti :

  •  Realizzazione di una scuola materna a Matola

Matola è una delle periferie più povere e più popolate di Balaka.Si trova in una condizione di particolare arretratezza .In particolare è carente di qualsiasi tipo di struttura per i più piccoli.

San Marino for the Children ha deciso di avviare nel 2009  in questa località la realizzazione di una scuola materna che – ultimata alla fine del 2011 – ora  fornisce una merenda a metà mattina,un pasto al giorno, un’adeguata istruzione ed assicura un miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie ad oltre 250 bambini che vivono in quella zona.

  •  Fontana e Mulino a Matola

Oltre al progetto della scuola materna , sempre a Matola ( Malalwi ) nel 2012 abbiamo realizzato una fontana per dare maggiore accesso all’acqua agli abitanti di questo villaggio. Inoltre , nello stesso anno , abbiamo realizzato  un mulino per favorire la macinazione delle pannocchie e quindi la relativa coltivazione.

  • Casa di accoglienza orfani a Matola

Questa struttura che il gruppo Ceramiche di Faetano ha deciso di finanziare ( e che è stata realizzata sempre a Matola accanto a tutte le altre strutture qui sopra indicate ) è stata ultimata nel mese di Ottobre 2012. Questa casa di accoglienza è stata affidata ad una famiglia locale che ha già iniziato ad accogliere orfani nella più tenera età (  in Malawi si contano più di un milione  di bimbi orfani )  dando loro  un riferimento affettivo, una stabilità nei loro bisogni più elementari , il calore e la protezione di una casa .Tutto questo con l’assistenza delle suore missionarie presenti in Malawi e di  San Marino for the Children ONLUS.

  • Sostegno alla scuola materna all’interno del carcere di Zomba

E’ stata allestita ( da parte dei Padri Monfortani ) all’interno del carcere di Zomba  una scuola materna  atta ad ospitare quei bambini che prima si trovavano a  vivere tutta la loro infanzia all’interno delle celle  del carcere con le loro mamme.San Marino for the Children ONLUS e la FONDAZIONE SIMONCINI nel 2013 hanno  deciso di sostenere il progetto di questa scuola materna all’interno del carcere di Zomba.Il particolare questa scuola materna fornisce ogni giorno istruzione e pasti quotidiani  a tutti i bimbi presenti in questa struttura ;  inoltre vengono distribuite  forniture di cibo, saponi e medicinali per tutti i bambini figli delle carcerate in modo di poter migliorare la qualità della loro vita e garantire una sana crescita fisica e mentale

  • Realizzazione di una scuola primaria sulla montagna del Chikala

Il 19 Settembre 2013 , in occasione del viaggio effettuato in Malawi da parte di alcuni nostri volontari  , è stata posata la prima pietra per la realizzazione di una scuola nel villaggio del Chikala ,struttura donata dal Gruppo DEL CONCA –  composto da Ceramica Faetano spa, Ceramica del Conca Spa e Pastorelli spa –  in collaborazione con l’Associazione San Marino for the Children ONLUS.Questo villaggio non è dotato  di strade di collegamento percorribili con automezzi ; l’unica via che conduce al primo centro urbano è un sentiero ripidissimo e molto faticoso percorribile solo a piedi con una durata di circa due ore di cammino. Un sentiero proibitivo da affrontare soprattutto per i bambini che pertanto si trovano ad essere esclusi da ogni tipo di struttura sociale.Nel mese di Settembre 2014 abbiamo inaugurato questa nuovissima scuola grazie all’importantissimo supporto del Gruppo Del Conca  ; sono state infatti realizzate tre strutture per un totale di otto aule che oggi sono frequentate ed utilizzate dagli oltre 300 studenti del villaggio del Chikala  .

  • Ricostruzione e ampliamento della scuola primaria del villaggio di Kankao

A seguito del nostro sopralluogo presso la missione di Kankao avvenuto nel mese di Settembre 2014, abbiamo riscontrato la urgente necessità di un intervento di ristrutturazione delle scuole primarie del villaggio.

Il villaggio di Kankao è stato uno dei primi villaggi rurali ( più poveri ) in cui la congregazione missionaria montfortana si è stabilita , oltre cinquant’anni fa.Questo centro copre una area di 110 villaggi e serve circa 24.000 persone.Oltre ai frati missionari montfortani in questo villaggio sono presenti anche le suore missionarie dell’Isituto Palazzolo di Bergamo , che con infinito amore e inesauribile pazienza dedicano la loro vita a bimbi orfani , a bambini disabili e prestano cure mediche nell’ospedale che hanno lì realizzato.

La missione – nei suoi vari aspetti di aiuto agli ultimi più emarginati che vivono in questa realtà – si è stabilita quindi da molti anni a Kankao , ed una delle prime opere che è stata realizzata è la scuola primaria.

La scuola primaria di Kankao è composta di vari fabbricati – costruiti in anni diversi – che vengono attualmente utilizzati da 1.504 studenti iscritti .Questo numero di studenti è molto al di sopra delle attuali possibilità di capienza di tale scuola ( alcune aule accolgono più di 130 studenti , quando il numero massimo dovrebbe essere 70 studenti ).

Nel corso degli anni questa struttura è diventata sempre meno funzionale all’insegnamento a causa dell’impossibilità di accedere a manutenzioni e ristrutturazioni. Un numero sempre più crescente di studenti e numerose crepe strutturali insorte nel corso del tempo hanno reso ad oggi questa struttura non più idonea all’insegnamento.

Il nostro progetto ha voluto ridare un nuovo volto a questa scuola , ripristinandone la struttura per rinnovare i principi e gli obiettivi che avevano motivato i missionari alla costruzione ; la possibilità di dare un futuro ai tantissimi giovani di quei villaggi, di poter dare loro prospettive e basi per costruirsi un futuro migliore , un domani migliore ed una vita meno dura.

La maggior urgenza di intervento a favore di questa scuola era data innanzitutto dai gravi problemi strutturali esistenti ; in vari corpi di fabbricato erano presenti gravi crepe e conseguenti disassamenti dei muri perimetrali e di sostegno delle coperture del tetto , situazioni queste che abbiamo valutato estremamente pericolose per l’incolumità degli studenti e degli insegnanti in quanto tali strutture sono sul punto di collassare .

Al fine di ridare una idonea sicurezza delle strutture ed una migliore funzionalità delle aule in rapporto al numero degli studenti abbiamo identificato indispensabile la demolizione e la successiva ricostruzione e ampliamento dei tre corpi di fabbricato centrali

Abbiamo infine previsto la realizzazione di banchi e sedie ; attualmente tutte le aule sono sprovviste di banchi e sedie che – con le attuali situazioni di degrado delle strutture delle aule- creano le peggiori condizioni possibili di permanenza all’interno delle aule e di apprendimento per gli studenti.

Nel mese di Aprile 2016 abbiamo finalmente ultimato i lavori ed abbiamo riconsegnato una scuola completamente nuova e rinnovata agli oltre 1500 studenti di Kankao.Rinnovare , riedificare questa struttura significa non abbandonare 1504 giovani , e significa costruire con loro una nuova scommessa possibile ; un mondo migliore per loro e per le loro famiglie, una vita migliore per tutti loro che si meritano veramente di più.

  • GRAZIANI GRAZIANA – LA SCUOLA PRIMARIA DI BAKALA

All’origine di questa presentazione di questo nuovo progetto “ Saint Augustine School “ – progetto reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Graziani Graziana – c’e’ tutta l’esperienza che l’Associazione San Marino for the Children onlus ha maturato ( grazie alla preziosa collaborazione di Padre Piergiorgio Gamba , frate missionario monfortano in Malawi da oltre tren’anni ) nella ricostruzione di un’altra scuola primaria che si trova nel vicino villaggio di Kankao.

Proprio su questa base di esperienza particolarmente positiva a Kankao ( in cui da subito è aumentata la frequenza alle lezioni e il numero di studenti iscritti proprio per le nuove potenzialità che questa rinnovata struttura sta esprimendo ) vuole innestarsi il nuovo progetto “ Saint Augustine School – Graziani Graziana “.

La Saint Augustine Full Primary School si trova sulla strada che da Balaka va verso Kankao ; questa scuola che ha avuto un buon inizio ma che ora e’ letteralmente soffocata dal numero troppo grande di studenti .I volontari dell’Associazione San Marino for the Children onlus da tempo conoscono bene questa realtà che è posta proprio lungo la strada di collegamento tra Balaka e Kankao .

Attualmente la Saint Augustine School si trova in condizioni fatiscenti e senza alcun tipo di dignità per i suoi mille e seicento studenti; è una struttura diventata pericolante in cui la carenza di manutenzioni e le strutture inadeguate rendono davvero questi spazi angusti e insalubri .

Mercoledì 22 Agosto 2018 gli Ecc.mi Capitani Reggenti della Repubblica di San Marino ,insieme a Marzia Forcellini dell’Associazione San Marino for the Children onlus e al missionario Padre Piergiorgio Gamba, hanno inaugurato la scuola “ Graziani Graziana “ a Balaka , in Malawi.

Questa nuovissima struttura appena inaugurata porta il nome della Sig.ra Graziani Graziana alla quale questa scuola è ora dedicata ;  la realizzazione di questo progetto infatti si è resa possibile grazie all’importante sostegno della Fondazione Graziani Graziana in collaborazione con l’Associazione San Marino for the Children onlus.

La scuola “ Graziani Graziana “ è composta da sedici nuovissime aule scolastiche ( che hanno interamente sostituito una piccolissima e vecchia struttura che portava il nome di Saint Augustine ) molto ampie; tutte aule hanno inoltre banchi e panche nuovissime , per dare veramente dignità ed aiutare  a crescere gli oltre 1600 studenti che saranno accolti in questa struttura dedicata a  Graziani Graziana .

La nuova scuola “ Graziani Graziana “ è inoltre dotata di una grande biblioteca e sale dei maestri ; ampi spazi garantiscono un buon servizio alla trentina di insegnanti che si occuperanno dell’insegnamento nella scuola .E’ stata anche realizzata una grande fontana al centro della scuola per poter garantire a tutti i 1600 giovanissimi studenti della scuola “ Graziani Graziana “ acqua potabile da bere .

Sono infine state realizzate all’interno del perimetro della scuola otto case per altrettanti insegnanti,un dono enorme in grado di garantire la sorveglianza della struttura e l’ordine .

Un onore davvero enorme è stata la presenza in Malawi  , con nostro enorme ringraziamento , di S.E. Stefano Palmieri e S.E. Matteo Ciacci all’inaugurazione della scuola “ Graziani Graziana “ di Balaka ed alla visita a tutti gli altri progetti che l’Associazione San Marino for the Children onlus ha realizzato in oltre dieci anni di impegno a favore dell’infanzia più povera ed abbandonata del Malawi.

Un ringraziamento speciale va alla Fondazione Graziani Graziana per l’importante contributo speso a favore di questa ultima scuola “Graziani Graziana “ insieme a tutte le istituzioni ,enti , aziende e privati che in questi dieci anni di lavoro hanno reso possibile la realizzazione di tutti gli altri progetti dell’Associazione San Marino for the Children onlus . La scuola “ Graziani Graziana “ diventa la quinta scuola realizzata in Malawi ( con Matola , Kankao , Chikala e Zomba )  ; in tutte e cinque le scuole complessivamente vengono accolti più di seimila giovanissimi studenti che rappresentano il futuro e la speranza di crescita del Malawi.

  • LA STRUTTURA SANITARIA PER BAMBINI FINO A CINQUE ANNI NELLA MISSIONE DI  MATUMBA – DEDICATA A RAIMONDI GUIDO ED ERCOLANI SAVINA

La comunità delle Suore Poverelle (congregazione di Bergamo, vedi anche il loro sito internet www.istitutopalazzolo.it ) ha iniziato la sua presenza e il suo servizio a Matumba, diocesi di Dedza nel 2008; comprende la casa, un piccolo ospedale, alcune case per gli infermieri e il dispensario.

Il contesto in cui si sono inserite è davvero povero ed anche difficile da raggiungere ;l’arrivo delle suore è stato visto anche come una possibilità di sviluppo della zona.

Arrivare a Matumba è davvero un’impresa ; decine di kilometri di strada sterrata la separano dalla prima area urbana …. è una area molto popolata quando sperduta , ai confini del Malawi con il Mozambico

Se il continuo desiderio della missione è proprio quello di raggiungere gli ultimi , Matumba ne è proprio l’esempio ed è lo stile che contraddistingue la Congregazione delle Suore Poverelle .

A Matumba è stato chiesto alle suore di svolgere il lavoro sia all’interno del piccolo ospedale sia per la attività pastorale in parrocchia, in collaborazione con i due sacerdoti diocesani da poco arrivati sul posto.

In particolare la responsabile del piccolo ospedale è Suor Mariangela Medolago , bergamasca d.o.c. ; è l’infermiera che ha la responsabilità e che dirige questo piccolo ospedale , ha sessant’anni di cui più di trenta passati in Malawi .

L’ospedale di Matumba ; alcune semplici ma funzionali strutture costituite da vari corpi di fabbricato divisi tra di loro e collegati da delle tettoie per proteggersi dall’acqua nel periodo delle piogge ( che in Africa possono essere anche molto molto forti ) .

Le strutture sono molto semplici , ma molto efficienti e prestano un’enorme servizio per un’area che conta più di 35.000 persone ( più di San Marino ). Oltre a suor Mariangela ci sono sei infermieri e tre ostetriche ( tutti del Malawi ) ed il personale addetto alla manutenzione e pulizia.

I corpi di fabbricato che compongono questo piccolo ospedale sono suddivisi in funzione delle varie attività sanitarie che vengono svolte all’interno.

C’è un reparto per le visite ; durante i mesi della pioggia purtroppo questa zona è veramente flagellata dalla malaria

Le persone , che arrivano a piedi anche da villaggi lontanissimi da qui per essere visitati , hanno degli spazi esterni in cui attendere la visita con il personale sanitario ; questi atri esterni sono però al coperto , come vedete con panche e sedie in modo tale da poter attendere riparati dal sole e dalle piogge

In questi ambulatori avvengono le prime visite degli ammalati che si recano in questa struttura. Nei mesi in cui la malaria ha maggior diffusione in questi ambulatori vengono visitate più di 250 persone al giorno.

Poi , sempre negli ambulatori ( che sono in tutto quattro come questi ) vengono effettuate le vaccinazioni , i test di screening più semplici ( questo ospedale non ha laboratorio analisi ) ed avvengono le prime cure.

Quando le persone visitate hanno problemi gravi di salute questo ospedale ha una parte dedicata alle degenze ; vengono ricoverate , curate , e tutto il personale dell’ospedale si occupa della loro degenza.

La maggior parte dei ricoveri avviene per malaria , ma anche per polmoniti , per ustioni ( che capitano spesso in quanto il fuoco in Africa è presente in tutte le capanne per cuocere il cibo ed illuminare la notte ) , per malnutrizione ( nei periodi di cattivo raccolto delle coltivazioni ) , per la somministrazione di cure per AIDS , per malattie gastrointestinali che colpiscono queste aree più povere.

Uno spazio speciale è dedicato alla maternità ; l’anno scorso in questo ospedale sono stati effettuati 696 parti .

Le partorienti vengono seguite durante la gravidanza gratuitamente grazie a programmi di aiuto internazionali. Questo ha ridotto di tantissimo la mortalità al parto che era una delle cause più alte di mortalità.

La maggior parte degli ospedali statali in Malawi non ha medicine , e quindi la popolazione cerca sempre questo tipo di strutture proprio perché – con la loro attenta e parsimoniosa gestione e supervisione – sono veramente luoghi di cura e non di morte

Questo ospedale non ha elettricità e non ha acqua corrente. Da pochissimo è stata portata l’energia elettrica statale , che manca però quasi sempre per più della metà di ogni giorno . Spesso i parti vengono assistiti con le luci dei telefoni cellulari del personale sanitario in quanto manca corrente.

Il progetto è quello di poter costruire uno spazio composto da due uffici per la registrazione e conservazione dei vaccini , di una terza stanza più ampia per poter custodire farina , olio e altri alimenti che vengono portati all’ospedale per da distribuzione ai bambini denutriti .Infine un grande atrio ( con copertura del tetto ) con panchine e mattoni ricoperte di cemento ( tali da poterli pulire con acqua e candeggina ), per poter accogliere e dare giusto spazio a tutti questi bambini in attesa della visita .

Questo progetto verrà realizzato nel corso del 2019 , e sarà dedicato alla memoria di Raimondi Guido ed Ercolani Savina.

 

  • LA SCUOLA DI MUA ED IL CONTRIBUTO DELLA SEGRETERIA DI STATO AGLI AFFARI ESTERI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

Grazie al contributo della Segreteria agli Affari Esteri della Repubblica di San Marino , nel mese di Settembre 2019 è stato ultimato il progetto di ristrutturazione delle aule e casa ospitalità per i bambini più grandi ( in età compresa tra i 15 a 18 anni ) nella scuola per bambini sordi di Mua ( Malawi ).

La scuola per bambini sordi di Mua ( fondata da missionari olandesi nel 1984)  è una delle quattro scuole per bambini sordi in tutto il Malawi.

Oltre 190 alunni, di età compresa tra i cinque  e diciotto anni, vivono in questa scuola. Essi provengono da tutto il Malawi per imparare a leggere ,  scrivere e parlare ; questo dà loro le competenze di vita di cui hanno bisogno per trovare il loro posto nella società.

La grande necessità per questa scuola era la ristrutturazione delle aule e casa ospitalità per i bambini più grandi ; l’usura del tempo e degli agenti atmosferici avevano reso questa struttura fatiscente , insalubre e assolutamente indegna come dimora.

Grazie al fondamentale  contributo che la Spett.le Segreteria di Stato agli Affari Esteri della Repubblica di San Marino ha voluto dedicare a tale progetto ( in collaborazione con alcuni privati ) è stato possibile espletare con ottimi risultati – dopo circa un anno di lavori –  tutte le varie fasi previste per la ristrutturazione della casa e delle relative strutture di accoglienza .

Il primo ringraziamento che desideriamo rivolgere è  per la Segreteria di Stato agli Affari Esteri della Repubblica di San Marino per la fiducia, la collaborazione, la generosità e l’attenzione sempre vive e rinnovate nei confronti di questa nostra Associazione . Il secondo ringraziamento – ancor più grande del primo –  è a nome di tutti i ragazzi e ragazze sordi in Mua ai quali da oggi avete donato gioia, speranza e dignità di vita. La gioia che nasce dalla condivisione. La speranza che nasce dalla fattiva ed operosa collaborazione. La dignità di vita che è aiuto e sostegno alla vita proprio a favore degli ultimi e più poveri del mondo.

 

 

 

 

 

 

Associazione San Marino for the Children onlus

 

Il diritto allo studio è uno dei diritti fondamentali ed inalienabili della persona, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani dell’ONU.

La possibilità concreta di realizzare questo diritto all’istruzione – soprattutto per le bambine ,per le ragazze , per le future madri del Malawi – è un passaggio fondamentale in quanto proprio la conoscenza, la costruzione formativa della propria individualità all’interno di una classe , di una scuola , di una società può rappresentare davvero l’inizio di una piena libertà , di una consapevole autonomia e la speranza di un futuro migliore..

E’ in breve la migliore possibilità di crescere nuove generazioni che potranno tendere progressivamente a capacità costantemente rafforzate , poiché è in grado di favorire non solo le generazioni presenti, ma anche quelle future.

 

 

 – Adozioni a distanza

San Marino for the Children ha avviato le adozioni a distanza con la Missione dei padri Monfortani in Malawi.Scopo principale dell’adozione a distanza è garantire l’istruzione di un orfano affinchè possa crescere nel suo ambiente , con un parente che lo prende in casa insieme ai suoi fratelli-sorelle. Assicurandoci che frequentino regolarmente la scuola, i bambini verranno assistiti gratuitamente in caso di malattia. Siamo in grado di fornire periodicamente le fotografie e le pagelle di tutti i bimbi adottati.Per coloro che adottano un bambino c’è anche la possibilità di andare sul posto ed incontrarlo.Il costo dell’adozione a distanza è di euro 220 annuali.Per ogni ulteriore informazione puoi andare alla pagina ADOZIONI A DISTANZA del nostro sito oppure contattare Marta – cell. 3371007109   –  oppure inviare una mail a adozioni@sanmarinoforthechildren.org

Per informazioni ;

Marino – cell. 335/7333234

info@sanmarinoforthechildren.org


Lascia un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento.

foto & notizie